spot_img
HomeNEWSIl Circo Orfei toglie le tende, non prima di aver ringraziato i...

Il Circo Orfei toglie le tende, non prima di aver ringraziato i reatini

- Pubblicità -

Il Circo Rolando Orfei pronto a smobilitare dal piazzale antistante il PalaSojourner per lasciar posto al Luna Park in arrivo come ogni anno. Operazione, purtroppo, rivelatasi più complicata di quanto previsto a causa di problemi burocratici sopraggiunti con il Comune di Terni, riporta il sito Format Rieti.

“Ci siamo trovati in grande difficoltà perché il Comune di Terni ci ha ostacolato molto – spiega Athos Adami responsabile del Circo Orfei – nonostante con il decreto del 26 Aprile si desse l’autorizzazione a ripartire, a tre giorni dalla partenza ci è arrivato un comunicato di diniego. La richiesta e i documenti necessari per lavorare a Terni erano stati presentati e accettati per le date di ottobre. Ci si aspettava che, essendo risultato tutto a norma solo pochi mesi fa, la nuova richiesta non fosse che una formalità. Ora, una volta liberata l’area, andremo invece nel Comune di Gualdo Tadino che fortunatamente ci ha offerto una via d’uscita da quest’impasse. Siamo fermi da circa un anno, la situazione economica è difficile ed è solo grazie alle risorse e ai risparmi della nostra attività che siamo riusciti ad andare avanti finora, ma ora è dura. Un grande aiuto ci è stato offerto dal’Assessore Palomba e dall’amministrazione comunale che ci hanno dato modo di restare in questa Città e di sostenerci attraverso la Caritas, la mensa di S.Chiara, la parrocchia e la generosità di tanta gente che ci ha aiutato con il foraggio degli animali. Qui ci sono attualmente 40 mezzi e 56 persone, gli animali che abbiamo trattenuto con noi stanno tutti bene mentre abbiamo deciso di portare i felini in un alloggio più idoneo per loro che avevamo nella zona di Roma. Un grazie speciale anche a tutti i cittadini che quotidianamente, in questi difficili mesi, ci hanno aiutato in mille modi possibili, dimostrandoci amicizia, aiutandoci a districarci in una città sconosciuta, portando cibo per gli animali ed accogliendoci con calore ed empatia. Prima di partire abbiamo voluto offrire gli spettacoli per i bambini nelle scuole come forma di riconoscimento per quanto abbiamo ricevuto. Da una parte ci dispiace lasciare questa città generosa, dall’altra non vediamo l’ora di tornare in pista. Rimane comunque un pezzo di cuore per sempre qui a Rieti perché è qui che alcune persone a noi molto care, facenti parte del nostro entourage, purtroppo ci hanno lasciato a causa del Covid-19. Speriamo che le amministrazioni comunali tutte si rendano conto che abbiamo bisogno di ‘persone’ più che di ‘potere’ che diano uno slancio per riprendere velocemente le attività. E’ con il cuore che ha agito nei nostri confronti chi ha voluto esserci accanto: come non ricordare l’assessore ai servizi sociali, Giovanna Palomba, pronta a chiamarci ad ogni ora? Come non ringraziare il sindaco di Cittaducale Leonardo Ranalli o l’assessore ai servizi sociali di Contigliano, Alessia Iachetti, che ci daranno la possibilità di tornare ad esibirci? Così come non posso rivolgere che un pensiero pieno di gratitudine al Sindaco Massimiliano Presciutti di Gualdo Tadino, nostro prossimo approdo”.

- Pubblicità -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

ARTICOLI POPOLARI