spot_img
HomeNEWSRony Roller a Settecamini: pensieri e foto di Virgilio Panarese

Rony Roller a Settecamini: pensieri e foto di Virgilio Panarese

- Pubblicità -

Il Circo Rony Roller ha debuttato a Settecamini (RM). Ecco a voi, grazie alla gentile concessione dell’amico Virgilio Panarese, che ringraziamo, le foto dello spettacolo. Ecco come descrive lo spettacolo e il Circo: “Identità, Integrazione, Incanto. Sì, comincerei con queste tre semplici ma potenti parole la descrizione di cosa è il Circo per me. Oggi pomeriggio, in compagnia di Partenope (la figlia ndr), ho avuto – abbiamo avuto – la fortuna, il piacere e l’onore di trascorrere delle ore magiche, coccolati da una famiglia unica, la famiglia Vassallo. Il garbo, l’accoglienza e le profonde radici culturali sono parte integrante di uomini e donne, di artisti, che sembrano essere arrivati sulla terra da un altro pianeta, per modus operandi, per gioia e per autenticità. Una volta entrati nello Chapiteau del Rony Roller Circus, tutto cambia, tutto è più dolce e tutto ha un colore diverso. La pista emana un’energia difficilmente traducibile con un insieme lineare di parole e racconta a chi dalla cavea si appresta allo spettacolo che, il Circo, è identità – fatta di tradizioni, di passione e di stupefacente complicità – l’amore degli artisti per lo spettatore è la linfa di un sistema complesso, una miscela precisa di rispetto e di tenacia, di regole e di costanza. Si percepisce in ogni molecola presente il sentire, l’empatia tra i domatori e gli animali. Sguardi di intesa, tra gli acrobati, funamboli e trapezisti, restituiscono fiducia anche al più diffidente degli esseri umani. Integrazione, sì, perché non esiste porta che possa restare chiusa al diverso, a chi per regole prestabilite non rientra nei canoni, qui non esiste differenza, non esiste esclusione ma ospitalità e inclusione, un porto sicuro insomma. Ho goduto nel vedere gli occhi di Antonino, un amico del circo, un giovane adulo, un uomo speciale. Ho ascoltato il suo culto per il tendone, la sua dedizione per questa grande cultura. E poi, un’anziana signora con un nipote speciale, sorridere. Lei guardava il suo ragazzo, ne percepiva il senso di libertà, la gioia, la meraviglia. Sì, il Rony Roller Circus è meraviglia, è stupore e incanto. L’incanto che vedevo negli occhi dei ragazzi, dei bambini, degli adulti e ovviamente di mia figlia Partenope che fino a poco fa prima di andare a dormire non parlava d’altro. Il Circo è quel mondo fantastico dove la parola libertà riprende a respirare e può farlo a pieni polmoni, perché qui i perimetri non sono confini ma linee di passaggio.

©️ Virgilio Panarese

- Pubblicità -

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -

ARTICOLI POPOLARI