spot_img
HomeNEWSFrancia: no al divieto degli animali nei circhi

Francia: no al divieto degli animali nei circhi

- Pubblicità -

Francia. La commissione degli affari economici ha adottato un disegno di legge contro il maltrattamento degli animali ma senza introdurne il divieto

La commissione francese per gli affari economici ha adottato mercoledì 22 settembre un disegno di legge che rafforza la lotta al maltrattamento degli animali ma senza introdurre divieti ai danni dei circhi.
Si tratta di una correzione sostanziale rispetto al disegno di legge che l’Assemblea nazionale aveva votato a gennaio, che invece chiedeva la fine degli animali selvatici nei circhi, dei cetacei nei delfini ed altro, come preteso dalle associazioni animaliste.
Ma questa linea alla prova dei fatti non è passata. Il testo approvato dal Senato contiene importanti modifiche rispetto a quello iniziale e una di queste riguarda proprio i circhi dai quali gli animali non saranno banditi. E in ogni caso è stato chiarito che eventuali regolamentazioni a proposito degli animali nei circhi saranno valutate da un comitato scientifico e non in base a pressioni e petizioni.
La ragione l’ha spiegata la relatrice di questo disegno di legge, Anne Chain-Larché (Les Républicains – Seine-et-Marne): “la logica del divieto non ha mai funzionato: piuttosto che chiudere i circuiti legali di vendita o vietare la detenzione della fauna selvatica nei circhi e nei delfinari, abbiamo preferito normative e controlli più stringenti. Proposta di legge che mira a rafforzare i legami tra uomo e animale. Miglioriamo ulteriormente le nostre pratiche, rafforziamo la qualità del legame tra animali e uomo piuttosto che erigere barriere che alla fine alimenteranno l’indifferenza”.
Vive la France!

- Advertisement -

Da Ente Nazionale Circhi

- Pubblicità -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

ARTICOLI POPOLARI