spot_img
HomeNEWSAl via il #ClimateOfChange Tour Europeo con le piemontesi FLIC e MagdaClan

Al via il #ClimateOfChange Tour Europeo con le piemontesi FLIC e MagdaClan

- Pubblicità -

Inizia dalla Bulgaria il #ClimateOfChange Tour con protagonisti due realtà piemontesi del circo contemporaneo, la compagnia MagdaClan e la FLIC Scuola di Circo

Flic e MagdaClan. Sette tra acrobati ed acrobate, quattro musicisti, una scenografia imponente e tantissime storie da raccontare. Sono questi alcuni dei numeri dell’out door contemporary circus show del #ClimateOfChange, la campagna di comunicazione guidata da WeWorld, organizzazione impegnata da 50 anni a difendere i diritti di donne, bambini e bambine in 27 Paesi del mondo compresa l’Italia, nata per raccontare ai più giovani il nesso tra cambiamenti climatici e migrazioni.

- Advertisement -

Gli artisti e le artiste del MagdaClan, una compagnia italiana di circo contemporaneo tutta under 35 con sede in Piemonte, metteranno in scena la rappresentazione drammatica dei disastri climatici in atto nei differenti angoli del Pianeta, impersonando intere popolazioni messe in ginocchio da inondazioni, scioglimento del permafrost artico, desertificazione e incendi. Il tutto con l’obiettivo di coinvolgere il pubblico e raccontare loro quanto le nostre azioni hanno un impatto a livello globale, anche grazie a una serie di attività collaterali curate dalla FLIC Scuola di Circo di Torino.

Lo spettacolo si svolgerà all’aperto e parte da storie reali e rappresentative di fenomeni globali per creare un gioco scenico accattivante, ma anche testimone della spettacolarizzazione del dramma umano, dell’uso e dell’abuso delle immagini delle vite di questi stessi migranti. Per questo, il migrante ambientale è rappresentato come un abitante di un non-luogo, di un luogo sospeso. A ciò si aggiunge la poetica di Petr Forman, direttore artistico e regista, che ha lavorato con la potenza delle immagini sceniche, supportato dalla drammaturgia di Flavio D’Andrea e la scenografia ideata e costruita da Francesco Fassone.

- Pubblicità -

Lo scenario richiama un porto ed ogni elemento è metaforicamente rappresentato da elementi associati alla spedizione, al deposito, al consumo, al mercato globale. “Vogliamo creare un contesto simbolico, nel quale il pubblico riconosca la sua vita quotidiana e invitarlo a riflettere sul modo di accettare, ignorare o combattette la condizione per cui trattiamo qualsiasi cosa come se fosse una merce, organizzando il nostro mondo su spietate regole economiche che stanno generando grossi problemi connessi al cambiamento climatico”, afferma lo scenografo Francesco Fassone.


Il #ClimateOfChange tour non si limita al solo spettacolo di circo contemporaneo ma sono in programma varie attività partecipate con la comunità localerealizzate grazie alla collaborazione con le scuole di circo locali guidate dalla FLIC Scuola di Circo.

- Pubblicità -

“Per questo tour abbiamo tessuto una rete di relazioni con le scuole di circo di tutta Europa per coinvolgere, sempre in sicurezza, quanta più gente possibile – spiega Matteo Lo Prete, direttore della FLIC – #ClimateOfChange è una sfida bellissima per il circo contemporaneo. Il suo linguaggio completo unisce drammaturgia e tecnica, è universale e sa comunicare con i giovani. Naturalmente i concetti passeranno attraverso metafore, che a volte sono più efficaci di tante parole”.

Tutta da scoprire sarà la realizzazione di un’installazione simbolica quale impronta del movimento che rimarrà durante tutto il periodo del Pan EU street action tour e oltre: si tratta dei graffiti di muschio creati con una vernice naturale, ricca di spore di muschio e sostanze nutritive. Nei giorni prima dello spettacolo, gli artisti insieme ai volontari delle scuole di circo, organizzeranno dei workshop per creare murales di muschio che rimarranno nelle città e di cui la popolazione è chiamata a prendersi cura come atto simbolico di rispetto e attenzione verso il Pianeta.
Ma non solo. Il tour #ClimateofChange vuole proprio “cambiare la testa” ai giovani europei: nel “barber circus shop” diversi hair stylist non si limiteranno a cambiare l’haircut ma offriranno anche un “cambio di mentalità” ai ragazzi e alle ragazze che riceveranno un taglio di capelli gratis, mentre saranno coinvolti in una conversazione sulle migrazioni e il cambiamento climatico.

Gli appuntamenti sono realizzati in collaborazione con le scuole di circo locali delle varie città e rientrano nel #ClimateOfChange Tour, una serie di eventi live – tra i primi post Covid 19 – che invaderanno pacificamente le principali piazze europee nel corso di questa estate.

Il tour infatti dopo la tappa in BULGARIA (Sofia -24 e il 25 luglio), proseguirà in SLOVENIA (Nova Gorica – 6 e 7 agosto), POLONIA (Lublin 20 e 21 agosto), GERMANIA (Karlsruhe 16 e 17 settembre), UNGHERIA (Budapest – data da definire), ITALIA (1 e 2 ottobre a Milano), PORTOGALLO (Lisbona 15 e 16 ottobre), FRANCIA e BELGIO (date da definire). La tappa di Milano si svolgerà in occasione della pre COP 26  in una location da definire.

Il progetto #ClimateOfChange

#ClimateOfChange è la campagna di comunicazione europea – guidata dall’italiana WeWorld e cofinanziata dalla Commissione Europea nell’ambito del Programma DEAR (Development Education and Awareness Raising Programme) – che mira a sviluppare la consapevolezza dei giovani cittadini e cittadine dell’UE sul nesso tra cambiamento climatico e migrazioni e coinvolgerli per creare un movimento pronto non solo a cambiare il proprio stile di vita ma anche a sostenere la giustizia climatica globale.

Ad unire le forze per raggiungere lo scopo sono 16 organizzazioni europee – tra organizzazioni della società civile, università e ONG – che dal 2020 sono al lavoro per progettare in sinergia, non solo ricerche e dibattiti nelle scuole e nelle università, ma anche una campagna paneuropea di comunicazione e sensibilizzazione, online e offline, che interesserà milioni di ragazzi e ragazze dai 16 ai 35 anni che vivono in 23 stati membri dell’UE. Per saperne di più è possibile visitare il sito www.climateofchange.info

COMUNICATO STAMPA LP PRESS – FOTO DI MICHELE LAPINI

- Pubblicità -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

ARTICOLI POPOLARI